Follow by Email

Ciao sono Rita, ho 4 figli, 3 nipotini, amo cucinare, riciclare e condividere le mie preparazioni

Translate

martedì 7 aprile 2015

Consigli per una frittura di calamari perfetta


Portare in tavola una frittura di calamari perfetta, croccante ed asciutta e per niente unta non è così facile come potrebbe sembrare. 

Occorrono :
calamari
farina di semola rimacinata
olio di semi di arachidi
sale
insalata a piacere per la presentazione :
forbici
schiumarola
pinza per fritti
carta del pane
piccolo sacchetto per alimenti ( in mancanza utilizzare una confezione vuota di pasta da 1 kg)
carta assorbente o un panno di cotone pulito

Procedimento:
Lavare i calamari e separare la parte dei tentacoli da quella del tronco
Tagliar via la cartilagine vicino alla "bocca" la bocca stessa e gli occhi
Tirar via la pellicina in modo che il calamaro rimanga bianco
Con le forbici tagliare il tronco ad anelli di circa un cm e i tentacoli a gruppi di 2
Sciacquarli ancora una volta e metterli a colare in un colapasta
Se non possedete una friggitrice, nel frattempo, portare a temperatura abbondante l'olio in un tegamino 
Mentre l'olio arriva a temperatura preparate un vassoietto e ricopritelo con la carta del pane o con carta assorbente da cucina
Mettete la farina ( di semola rimacinata) nel sacchettino per alimenti
In un piatto da portata spandete l'insalata
Asciugate per bene i calamari ed a gruppi di 7/8 infarinateli, versandoli nel sacchetto ed agitandolo. quindi friggere in olio molto caldo
Togliete via i calamari appena si dorano leggermente usando la schiumarola e poggiateli sulla carta del pane
Ultimata la frittura salate leggermente, mescolate e appoggiateli sul letto di insalata ( in questo caso era rucola)