Follow by Email

Ciao sono Rita, ho 4 figli, 3 nipotini, amo cucinare, riciclare e condividere le mie preparazioni

Translate

venerdì 27 marzo 2015

Baccalà alla palermitana



Piatto povero della tradizione siciliana, che ai nostri giorni si prepara soprattutto durante le festività nataiizie.
Nel palermitano in fatti ogni " vigilia" sia essa dell'Immacolata che di Natale, prevede nel menu, sfincione, baccalà, cardi in pastella e sfinci.
Il piatto è di facilissima esecuzione ma il pesce essiccato e sotto sale va comprato almeno 48 ore prima della cottura.


Ingredienti per 4 persone:
Un filetto intero di baccalà sotto sale di almeno 1 kg e mezzo
aglio, pepe, prezzemolo q.b.
olio extravergine q.b.
succo di un limone
2 limoni interi
1 spicchio d'aglio e due foglie di alloro ( facoltativo)

Procedimento:
Acquistare il pesce essiccato e sotto sale almeno 3 giorni prima del consumo.
Metterlo in un capiente contenitore ricolmo d'acqua e cambiare l'acqua più volte al giorno.
Trascorsi tre giorni sciacquarlo unì'ultima volta, tagliarlo a pezzi di almeno 10 cm per lato e metterlo in una pentola coperto d'acqua fredda e con i due limoni tagliati a metà e spremuti nell'acqua stessa e, se gradito, le foglie di alloro.
Cuocerlo e farlo bollire 15 minuti, avendo cura di togliere con la schiumarola, la schiumetta bianca che man mano si andrà a formarsi.
Sempre con l'aiuto di una schiumarola scolare uno per uno i pezzi di pesce e adagiarli in un piatto da portata ( dovrà rimanere insieme al pesce pochissima acqua di cottura)
versarvi l'olio, il pepe, l'aglio a pezzetti( se gradito) ed il prezzemolo e servire tiepido.